Thisio 1900; [The story]

Atene rimase per lungo tempo una città operosa caratterizzata perlopiù da piccole attività commerciali che producevano un'ampia varietà di prodotti di consumo (dai beni di prima necessità a quelli di lusso). Agli inizi del 1900, quando furono inaugurate le vie Ermou, Aiolou e Athinas, la zona industriale venne riorganizzata su queste nuove assi. La via Ermou costituiva l'asse centrale; i negozi e le botteghe si sistemarono perlopiù sull’asse est-ovest, finendo per occupare tutta l'area compresa tra Monastiraki e l’angolo ovest della via Adrianou, del quartiere Psiri e del triangolo delimitato dalle vie Ermou, Athinas ed Evripidou (oggi un centro commerciale).

La zona industriale nord ed est si ritrovò circondata rispettivamente dalle aree in espansione di Omonoia e Syntagma.
Di conseguenza, la zona ovest della città costituì l'unica area in cui la zona industriale potesse espandersi. La Piazza Agion Asomaton fungeva da capolinea per i carri e i mezzi di trasporto su terra che giungevano in numero sempre maggiore dal Pireo. Quando nel 1869 fu costruita la stazione ferroviaria, le attività di carico e scarico merci si moltiplicarono; così, a partire dal 1900, Thissio iniziò ad affermarsi come centro logistico di Atene.

Su tutta l'area vennero costruite strutture per implementare il sistema dei trasporti, partendo dalle antiche sellerie e drogherie fino a giungere alle più recenti botteghe di carrozzai, falegnami e fabbri. Furono proprio le botteghe dei carrozzai a inaugurare per prime l'espansione della zona industriale verso ovest.

Leggi di più su "Un edificio secolare [La storia]"